Alcuni uffici statali ignoreranno l'ordine del governatore della Florida Ron DeSantis di onorare Rush Limbaugh

Commento

'Le nostre bandiere rimarranno alte per celebrare i valori americani di diversità, inclusione e rispetto per tutti', ha affermato il commissario dell'Ag dello stato.

Il governatore della Florida Ron De Santis. (Foto AP/Wilfredo Lee)

La scorsa settimana, il governatore della Florida Ron DeSantis ha detto che avrebbe ordinato che le bandiere nel suo stato fossero abbassate a metà bastone quando il corpo del conduttore radiofonico conservatore Rush Limbaugh fosse stato sepolto.

Sebbene Limbaugh avesse una residenza a Palm Beach, in Florida, onorarlo in questo modo sembrava insolito. È un onore solitamente riservato a personaggi politici, forze dell'ordine, militari e altri funzionari pubblici. La decisione di DeSantis - chiaramente un cenno ai suoi compagni repubblicani - sembrava anche fuori linea considerando la storia di Limbaugh di commenti razzisti, bigotti, sessisti e altri insulti e degradanti.

L'annuncio di DeSantis è stato accolto con respingimenti e critiche immediate

Poi è arrivato lunedì.

Il commissario per l'agricoltura della Florida Nikki Fried ha detto che dirigerà gli uffici statali sotto la sua supervisione a ignorare l'ordine di DeSantis. Ha detto: 'Abbassare a metà del bastone la bandiera degli Stati Uniti d'America è un sacro onore che rende omaggio agli eroi e ai patrioti caduti. Non è uno strumento politico di parte. Pertanto, informerò tutti gli uffici statali sotto la mia direzione di ignorare l'imminente ordine del Governatore di abbassare le bandiere per il signor Limbaugh, perché non celebreremo l'incitamento all'odio, il bigottismo e la divisione. Abbassare la bandiera dovrebbe sempre riflettere l'unità, non la divisione, e alzare i nostri standard, non abbassarli. Le nostre bandiere rimarranno alte per celebrare i valori americani di diversità, inclusione e rispetto per tutti”.

Non molto tempo dopo, Rick Kriseman, sindaco di San Pietroburgo, twittato , “Non si abbassano le bandiere per Rush. A St. Pete non onoriamo l'odio, il razzismo, il bigottismo, l'omofobia o qualsiasi altra cosa abbia vomitato nel corso degli anni. Tuttavia, stiamo onorando la vita del vice Michael Magli dell'ufficio dello sceriffo della contea di Pinellas'.

Mentre era in servizio la scorsa settimana, Magli è stato investito e ucciso da un sospetto guidatore ubriaco.

Il presidente Joe Biden, la first lady Jill Biden, il vicepresidente Kamala Harris e il secondo gentiluomo Doug Emhoff, chinano la testa durante una cerimonia in onore dei 500.000 americani morti a causa del COVID-19. (Foto AP/Evan Vucci)

Come ho accennato in La newsletter di lunedì , gli Stati Uniti hanno ora raggiunto 500.000 morti per COVID-19. Questo è diventato ufficiale lunedì. Il presidente Joe Biden ha twittato , “500.000 vite perse a causa del COVID-19. È un numero insondabile, ma ognuno rappresenta una famiglia che non sarà mai più intera. A coloro che hanno perso i propri cari: so che nessuna parola può intorpidire il dolore, ma spero che troviate un po' di conforto nel sapere che la nazione è addolorata con voi'.

Biden ha anche parlato alla nazione lunedì sera riguardo a questo numero orribile. Biden e il vicepresidente Kamala Harris avevano a momento di silenzio durante una cerimonia a lume di candela sui gradini della Casa Bianca.

Kaitlan Collins della CNN ha twittato , 'Riguardo al bilancio delle vittime, il direttore del CDC (Rochelle) Walensky ha affermato in precedenza: 'Penso che quando la storia lo scriverà, capiremo che la mortalità correlata a questa pandemia è di gran lunga maggiore del numero che abbiamo contato per numerosi motivi .'”

Scrivendo per USA Today, l'editorialista di opinione Jason Sattler ha scritto una colonna intitolata: 'Un giusto monumento alla presidenza Trump: seppellire i 500.000 morti COVID a Mar-a-Lago'.

E un'altra storia da leggere: Peter Jamison del Washington Post con 'In una città devastata dal virus, vengono prodotte quasi 400 milioni di dosi di vaccino e spedite altrove'.

Il ragazzo MyPillow è ora il ragazzo GettingSued. Dominion Voting Systems, la società di tecnologia elettorale, ha citato in giudizio il CEO di MyPillow Mike Lindell per le ripetute affermazioni di Lindell secondo cui Dominion ha truccato le sue macchine per ribaltare le elezioni del 2020 a favore di Joe Biden. Dominion chiede circa 1,3 miliardi di dollari di danni. Oltre alle ripetute apparizioni in TV e post sui social media, Lindell ha anche affermato che Dominion ha truccato le elezioni in un film di due ore andato in onda su OAN. La causa ha affermato che il film e le affermazioni di Lindell sono piene di falsità.

In una dichiarazione, il CEO di Dominion John Poulos ha dichiarato: 'Nonostante i ripetuti avvertimenti e gli sforzi per condividere i fatti con lui, il signor Lindell ha continuato a diffondere maliziosamente false affermazioni su Dominion, ogni volta fornendo vuote assicurazioni che si sarebbe presentato con prove schiaccianti. '

Questa non è l'unica causa legale di Dominion per affermazioni infondate di aver aggiustato le elezioni. Ha anche citato in giudizio l'avvocato di Trump Rudy Giuliani e l'avvocato Sidney Powell, per circa lo stesso importo.

Lindell continua a promettere di produrre prove, un'affermazione che ha avanzato senza fornire per un po' di tempo. In un'intervista ad Alexa Corse del Wall Street Journal , Lindell ha detto: “Ho tutte le prove su di loro. Ora questo verrà divulgato più velocemente, tutte le frodi automatiche e l'attacco al nostro paese'.

Parlando delle affermazioni false e infondate di un'elezione truccata, ho menzionato nella newsletter di lunedì come il moderatore di ABC 'This Week' Jonathan Karl ha intervistato il rappresentante Steve Scalise (R-La.) domenica. Karl ha chiesto più volte a Scalise se riteneva che le elezioni presidenziali del 2020 fossero giuste e quadrate. Scalise, che in passato ha sostenuto la menzogna elettorale e ha votato contro la certificazione della vittoria del Collegio elettorale di Biden, ha ballato attorno alla risposta. Ha ammesso che Biden è presidente, ma poi ha parlato di come 'pochi stati non hanno seguito le loro leggi statali'.

Karl, che stava sostituendo il moderatore regolare George Stephanopoulos, si è preso un sacco di calore per quell'intervista. La mia lamentela è perché anche Scalise ha nello show e perché anche solo chiedere delle elezioni? In altre parole, perché ne stiamo ancora parlando? Karl non ha aiutato la questione non respingendo ulteriormente.

In un pezzo intitolato 'Perché le principali testate giornalistiche offrono una piattaforma ai repubblicani che mentono sulle elezioni del 2020?' Aaron Rupar di Vox scrive: 'Tattiche a parte, la questione più ampia se i notiziari televisivi debbano continuare a prenotare i repubblicani che diffondono bugie sulle elezioni è complessa. Ma la gestione di Scalise da parte della ABC ha rappresentato uno scenario peggiore di tutti i mondi in cui non solo sono stati invitati in onda, ma hanno anche il permesso di mentire impunemente'.

Il punto di Rupar include che è importante che gli intervistatori siano duri con i loro ospiti se dovessero spingere bugie.

Rupar ha scritto in modo intelligente: 'Condurre interviste difficili come quella rende meno probabile che persone come Scalise ... accetteranno un invito a partecipare al tuo programma la prossima volta. Ma in un momento in cui i repubblicani usano le bugie sulle frodi elettorali non solo per delegittimare il presidente Biden, ma anche per spingere per modifiche alle leggi statali che renderanno più difficile per le persone votare, ci sono cose più importanti del raggiungimento di un equilibrio partigiano nominale'.

Inoltre, dai un'occhiata a Charlotte Klein di Vanity Fair con 'Networks Booking Election-Deniers aiuta a mantenere viva la grande bugia di Trump'.

Il dottor Patrick Soon-Shiong, proprietario del Los Angeles Times. (Foto AP/Evan Vucci, File)

Quindi il Los Angeles Times è in vendita o no?

La scorsa settimana, Lukas I. Alpert del Wall Street Journal, citando 'persone che hanno familiarità con la questione', segnalato quel proprietario Patrick Soon-Shiong sta esplorando una vendita del Times. Ma un portavoce del Times ha affermato che la proprietà di Soon-Shiong e Times 'continuerà a investire e pianificare il futuro del Los Angeles Times e non ha intenzione di vendere'. Soon-Shiong ha twittato : “Articolo WSJ impreciso. Ci impegniamo per il @LATimes. Il Journal ha risposto rimanendo fedele alla sua storia.

Rick Edmonds, analista del settore dei media Poynter, è intervenuto con un pezzo per Poynter, scrivendo: 'Da che parte aveva ragione? Metterò i miei soldi sulla storia del Journal tenendo duro.

Dai un'occhiata alla colonna di Edmonds per sapere perché lo pensa.

Ecco un pezzo eccezionale di Perry Bacon Jr. di FiveThirtyEight chiamato 'Nove lezioni che ho imparato sui rapporti politici mentre coprivo Trump'. Nel pezzo, Bacon scrive che prima delle primarie repubblicane del 2016, era fiducioso che Donald Trump non avrebbe vinto la nomination. Bacon scrive: “Nei successivi cinque e più anni, ho imparato molto su come occuparmi di politica nazionale. Alcune lezioni sono arrivate nel modo più duro: sbagliando davvero. Quindi ora che siamo circa un mese in una nuova amministrazione presidenziale, sto cercando di mantenere quelle lezioni in primo piano'.

Bacon entra nei dettagli di quelle lezioni, che includono elementi come ascoltare più neri, confondere la sua dieta mediatica, passare da entrambi i lati-ismo e abbracciare l'incertezza. È un pezzo davvero stimolante di Bacon, che scrive: 'Sono già piuttosto nervoso per le cose pasticciate. Ho appena scritto un lungo saggio sulle lezioni che ho imparato parlando di Trump. Ma ora Joe Biden è presidente. Alcune di queste lezioni potrebbero non essere applicabili e sicuramente ci saranno nuove lezioni dagli anni di Biden. Ma non importa cosa, l'hai sentito qui per la prima volta, nel 2024, Biden lo farà... non ne ho idea. Rimarrò umile e tu dovresti rimanere sintonizzato.

Sto solo recuperando l'eccezionale episodio di '60 Minutes' di domenica sera. Se te lo sei perso, puoi recuperare qui . Tutti e tre i segmenti erano eccezionali.

Bill Whitaker ha riferito di 'Attacchi alla magistratura' in quanto le minacce contro i giudici federali sono aumentate del 400% negli ultimi cinque anni, incluso un attacco che si è concluso con la morte del figlio di un giudice distrettuale degli Stati Uniti.

Scott Pelley ha riferito che un pubblico ministero ha affermato che ci sono prove evidenti per condannare il presidente siriano Bashar al-Assad per crimini di guerra. Ma il dittatore andrà mai a processo?

E, Lesley Stahl ha riferito su QAnon.

Risposta: Mike Richards. La domanda: chi è il prossimo ospite ospite di 'Jeopardy?'

Gary Levin di USA Today ha dato la notizia Lunedì che Richards, il produttore esecutivo di 'Jeopardy', ospiterà lo spettacolo questa settimana e la prossima. Prende il posto del vincitore del record del game show, Ken Jennings, che ha ospitato lo spettacolo per sei settimane dopo la morte di Alex Trebek.

Richards ha fatto una sessione di domande e risposte con Levin e ha anche fatto un'intervista su YouTube .

Dopo Richards, i prossimi ospiti ospiti includeranno i giornalisti Katie Couric, Anderson Cooper, Savannah Guthrie e Bill Whitaker, il neurochirurgo e consulente medico della CNN, il dottor Sanjay Gupta, la star della NFL Aaron Rodgers e l'attrice Mayim Bialik.

Nessun sostituto permanente per Trebek è stato scelto, ma come spettatore regolare di 'Jeopardy', posso dirti che Jennings è stato eccezionale e mi piacerebbe vederlo ottenere il ruolo permanente.

Richards ha detto che Jennings è stato preso in considerazione per il ruolo di host permanente e ha detto a USA Today: “Ken ha fatto un lavoro straordinario; ecco perché lo abbiamo scelto per farlo. Ha fatto meglio di quanto pensassi e le mie aspettative erano incredibilmente alte. Penso che fosse la persona perfetta per salire sul palco dopo Alex. I nostri fan, il nostro staff e la troupe lo conoscono tutti. È uscito, ha detto le cose giuste, è stato umiliato dalla situazione, si è rivolto subito all'elefante nella stanza e ha detto che nessuno sostituirà Alex, e loro non lo sono. È una commissione da pazzi'.

George Clooney. (Foto AP/Alastair Grant)

Rick Porter dell'Hollywood Reporter riferisce che la società di produzione di George Clooney, Smokehouse Pictures, collaborerà con Sports Illustrated Studios e 101 Studios per produrre una docuserie sullo 'scandalo di abusi durato decenni nel dipartimento di atletica dell'Ohio State University'.

La serie sarà basata su a Storia del 2020 scritta da Jon Wertheim di Sports Illustrated , che sarà anche uno dei produttori esecutivi. La storia di Wertheim ha dettagliato le accuse contro l'ex medico atletico dell'Ohio State Richard Strauss e la mancata risposta dell'università.

Porter scrive: 'La storia di Wertheim include un resoconto dell'ex wrestler dell'Ohio State (e campione UFC) Mark Coleman sul presunto abuso sessuale di Strauss e sulla somministrazione di steroidi agli atleti. Coleman sostiene anche che Jim Jordan, allora assistente allenatore di wrestling dell'Ohio State e ora membro del Congresso, ignorava consapevolmente gli abusi di Strauss.

In una dichiarazione, Wertheim ha scritto: 'Questo articolo svela lo scandalo di abusi sessuali più diffuso nella storia dell'istruzione superiore americana. È una storia sul potere, l'abuso, l'abilitazione e la gerarchia degli sport universitari che era stata nascosta per troppo tempo'.

Nessuna parola ancora su quale uscita potrebbe trasmettere le docuserie.

  • Nell'ambito della copertura di un mese della NBC che commemora la storia dei neri, NBC News sta producendo un'analisi più approfondita su diverse piattaforme che esamina come il paese ha 'affrontato la disuguaglianza e se c'è stato qualche cambiamento dopo la resa dei conti sull'ingiustizia razziale'. I rapporti sono in onda per tutta la settimana su programmi come 'Today' e 'NBC Nightly News' così come MSNBC, NBCNews.com e NBC News ORA.
  • Lunedì, la Corte Suprema ha respinto il tentativo dell'ex presidente Donald Trump di proteggere i suoi documenti finanziari, il che significa che Trump ora deve consegnare i suoi documenti fiscali e altri dettagli finanziari ai pubblici ministeri di New York. E adesso? William K. Rashbaum, Ben Protess e Benjamin Weiser del New York Times hanno i dettagli 'Ecco cosa succede nell'indagine sulle tasse Trump'.
  • Lo riporta Andrew Marchand, giornalista sportivo del New York Post che Rich Gannon è fuori come analista della NFL alla CBS dopo aver chiamato i giochi per 16 anni.
  • Barack Obama e Bruce Springsteen hanno lanciato un nuovo podcast su Spotify chiamato, 'Renegades: nato negli Stati Uniti.' È prevista una serie di otto episodi. I primi due episodi sono ora in diretta. In una dichiarazione, Spotify ha dichiarato: 'Si tratta di una discussione personale e approfondita tra due amici che esplorano il loro passato, le loro convinzioni e il paese che amano, com'era, com'è e come dovrebbe andare avanti .”

Hai un feedback o un consiglio? Invia un'e-mail allo scrittore di media senior di Poynter Tom Jones all'indirizzo e-mail.

  • Coronavirus Facts Alliance — Poynter e l'International Fact Checking Network
  • Tempo per un nuovo lavoro ? Il tuo futuro datore di lavoro ti sta cercando su The Media Job Board - Powered by Poynter, Editor & Publisher e America's Newspapers. Cerca ora!
  • Avvio di Poynt per i nuovi manager (seminario online) — Candidati entro il 23 febbraio
  • Nella sessione di Poynt: Race in America: Dov'è la copertura delle molestie e della violenza anti-asiatiche? — 25 febbraio a mezzogiorno orientale.