Ecco la vera storia dietro Thomas Shelby e gli altri Peaky Blinders

Divertimento

Fonte: Netflix

Stagione 5 di Peaky Blinders recentemente arrivato su Netflix e i fan sono già fuori di sé in attesa del anticipata sesta stagione , il penultimo dei sette totali che il creatore e scrittore Steven Knight ha 'quasi certamente' confermato.

Abbiamo raccolto alla fine degli anni 1920 con la famiglia Shelby sulla scia della grande caduta del mercato azionario. Poco dopo, Thomas Shelby (interpretato da Cillian Murphy) è costretto ad allinearsi con il fascista Oswald Mosley nella vita reale.

Ma è Anche Thomas Shelby si basa su una figura della vita reale ? Continua a leggere per scoprirlo.

Fonte: Netflix

Thomas Shelby era una persona reale?

Per la maggior parte, il Peaky Blinders la serie prende in prestito molto dalla banda di strada urbana della vita reale che terrorizzò Birmingham, in Inghilterra dalla fine del XIX secolo fino alla fine della prima guerra mondiale.

Il gruppo era piccolo e la maggior parte dei membri era molto giovane e molto disoccupata. Sono saliti alla ribalta dopo aver sconfitto i rivali per i territori di Birmingham ed erano conosciuti per i loro abiti distintivi che li hanno guadagnati il ​​loro soprannome.

'Peaky' era una scorciatoia per i loro cappelli piatti con visiera, in cui avevano cucito lame di rasoio in modo da ferire e spesso accecare i loro avversari.

Fonte: Netflix

Mentre i 'paraocchi' derivano in parte dalla loro tattica di violenza, è anche un gergo britannico, ancora in uso oggi, per qualcuno con un aspetto molto elegante (pensa: tutto ciò che indossano i Peaky Blinders).

Ma anche se il Peaky Blinders esisteva in Inghilterra, purtroppo, il protagonista Thomas Shelby non lo ha fatto.

Il leader fascista Oswald Mosley, Winston Churchill, il leader della banda rivale Billy Kimber e persino la sindacalista Jessie Eden erano in realtà persone reali, ma il nostro amato Thomas Shelby non era né il capo di una banda, un proprietario di fabbrica, né un parlamentare.

In effetti, ci sono pochissime tracce storiche delle bande criminali di Birmingham del 19 ° secolo. Ma si sa che dal momento in cui regnarono le guerre di tappeto erboso di Birmingham fino alla loro caduta, negli anni '10, ai Birmingham Boys nella vita reale, si credeva che un uomo chiamato Thomas Gilbert (noto anche come Kevin Mooney) fosse alla testa della banda.

Fonte: Robert Viglasky / Netflix

Secondo Radio Times , ci sono ancora alcuni rapporti sulla violenza di gruppo dei Peaky Blinders. In un archivio che descriveva un grave assalto a un George Eastwood, i giornali locali scrissero: 'Numerosi uomini conosciuti come la banda dei Peaky Blinders, che Eastwood conobbe a vista dalla loro vita nello stesso quartiere, entrò' e lo attaccarono violentemente.

Per lo scrittore e creatore Steven Knight, Peaky Blinders è stato ispirato dalle storie e dai racconti della sua famiglia.

'I miei genitori, in particolare mio padre, hanno avuto questi ricordi allettanti da quando aveva 9 o 10 anni di queste persone', ha detto Steven Knight il BBC quando uscì la prima stagione dello spettacolo, aggiungendo che la serie era 'basata su eventi reali'.

Fonte: Netflix

'Erano incredibilmente ben vestiti, erano incredibilmente potenti, avevano molti soldi in un'area dove nessuno aveva soldi e ... erano gangster!' Lui continuò. 'Voglio Peaky Blinders essere una sorta di visione di questo mondo attraverso gli occhi di un bambino di 10 anni perché gli uomini sono più intelligenti e più forti e più belli e i cavalli sono più grandi e tutto è grande e intimidatorio da bambino. '

Peaky Blinders è ora in streaming su Netflix.